Superstock 1000 Donington Gara: ancora Savadori

24 maggio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


Quattro gare, tre vittorie (consecutive) ed un secondo posto. Al giro di boa della stagione 2015 Lorenzo Savadori è sempre più leader della Superstock 1000 FIM Cup. Vice-Campione in carica, trovatosi a meraviglia con la Aprilia RSV4 RF (di nuova omologazione) schierata da Nuova M2 Racing, il cesenate ha ripetuto lo stesso copione delle precedenti due gare disputate tra Assen ed Imola: la fuga in solitaria. Conquistata l’holeshot alla staccata della prima curva, da quel momento in avanti l’ex Campione italiano ed europeo 125 GP si è prodigato verso una fuga in solitaria indispensabile per conseguire la terza vittoria di fila e, con totalizzati 95 dei 100 punti in palio, consolidare la leadership in campionato a scapito di Roberto Tamburini, secondo sul traguardo scontando ora 30 lunghezze di svantaggio.

Per “Tambu”, autore ieri della pole position, una corsa coriacea con la BMW S1000RR del Team MotoXRacing riuscendo al quinto giro a sfilare in piena “Goddards” Raffaele De Rosa, a sua volta terzo con la Ducati Panigale R dell’Althea Racing a completare un podio tutto italiano in questo ritorno della Superstock 1000 internazionale a Donington Park dopo un lustro d’attesa. Il tricolore sventola con pieno merito e titolo nella serie riservata ai piloti under-28 in un podio multi-marca con rappresentate nell’ordine Aprilia, BMW e Ducati, mentre la Yamaha chiude in 4° e 5° posizione rispettivamente con Jeremy Guarnoni (Team Trasimeno) e Kev Coghlan (MRS Racing), a tratti impensieriti dai compagni di marca Sylvain Barrier e Mathieu Gines finiti a terra.

Per quanto concerne gli altri nostri portabandiera buon 7° posto per Kevin Calia (Aprilia Nuova M2 Racing) a precedere Fabio Massei (Ducati EAB Racing) e Luca Salvadori (Ducati Althea), due punticini al secondo gettone di presenza nella FIM Cup per Luca Marconi (14° con la seconda R1 del Team Trasimeno), a seguire Francesco Cavalli è 20°, Riccardo Cecchini 23°, Federico Sanchioni 24° con Michele Magnoni fuori gioco al terzo giro.

Superstock 1000 FIM Cup 2015
UK Round
Donington Park, Classifica Gara

01- Lorenzo Savadori – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – 15 giri in 22’39.058
02- Roberto Tamburini – Team MotoXRacing – BMW S1000RR – + 2.893
03- Raffaele De Rosa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 5.242
04- Jeremy Guarnoni – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 10.612
05- Kev Coghlan – MRS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 10.783
06- Ondrej Jezek – Triple M by Barni – Ducati 1199 Panigale R – + 16.531
07- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 18.799
08- Fabio Massei – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 23.831
09- Luca Salvadori – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 29.153
10- Tony Covena – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 29.222
11- Christoffer Bergman – MG Competition – Yamaha YZF R1 – + 32.839
12- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 33.657
13- Marc Moser – Triple M by Barni – Ducati 1199 Panigale R – + 34.244
14- Luca Marconi – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 34.348
15- Sebastien Suchet – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 41.582
16- Victor Cox – Team Suzuki Europe – Suzuki GSX-R 1000 – + 44.283
17- Wayne Tessels – Team Suzuki Europe – Suzuki GSX-R 1000 – + 44.378
18- Michael Savary – Team 18 Delcamp Energie – Kawasaki ZX-10R – + 48.554
19- Sylvain Barrier – G.M. Racing – Yamaha YZF R1 – + 54.379
20- Francesco Cavalli – Clasitaly – Kawasaki ZX-10R – + 55.413
21- Kevin Valk – MTM HS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’00.582
22- Greg Gildenhuys – T.R. Corse – BMW S1000RR – + 1’03.517
23- Riccardo Cecchini – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1’03.627
24- Federico Sanchioni – Clasitaly – Kawasaki ZX-10R – + 1’10.040
25- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 1’15.627
26- Eric Vionnet – Motos Vionnet – BMW S1000RR – + 1’15.920
27- Mathieu Dumas – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 1’16.438
28- Mathieu Gines – MRS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’26.070

Superstock 1000 Imola Gara: nuova vittoria di Savadori

10 maggio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


Non per proprie colpe, lo scorso anno Lorenzo Savadori dopo prove da protagonista si ritrovò costretto a rinunciare alla vittoria all’Autodromo Internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’ di Imola. Dodici mesi più tardi, in sella alla Aprilia RSV4 RF schierata da Nuova M2 Racing, il cesenate si è rifatto con gli interessi conquistando da assoluto dominatore la seconda affermazione stagionale (e consecutiva) in tre gare, la sesta in carriera nella Superstock 1000 FIM Cup, viatico per rafforzare la leadership in campionato vantando ora 25 punti di margine rispetto a Roberto Tamburini e 27 su Ondrej Jezek, con quest’ordine rispettivamente secondo e terzo sul traguardo.

Rilevato dal proprio compagno di squadra Kevin Calia il comando delle operazioni all’inizio del secondo giro in pieno ingresso della variante del “Tamburello”, Savadori da quel momento in avanti ha costruito e gestito un margine di vantaggio nei confronti di Roberto Tamburini, con la BMW S1000RR di MotoXracing in rimonta nella seconda parte di gara una volta sorpassato il poleman Ondrej Jezek nel corso dell’ottavo giro. Nonostante un impressionante 1’49″868, “Tambu” non è riuscito a colmare il gap intorno ai 3″ da Savadori, con Aprilia sempre più leader della serie riservata ai giovani talenti del motociclismo internazionale under-28.

Aspettando la tappa di Donington Park in programma tra due settimane, giù dal podio al Santerno ha completato una top-4 “multi-marca” con quattro differenti case costruttrici rappresentate la Yamaha YZF-R1 2015 del Team MRS condotta da Kev Coghlan, quarto a precedere Fabio Massei (Ducati EAB), Jeremy Guarnoni (Yamaha Trasimeno), Tony Covena (Ducati EAB), i nostri Luca Salvadori e Denni Schiavoni più un Sylvain Barrier (Yamaha G.M. Racing) soltanto decimo. A punti (1) anche Kevin Calia davanti all’esordiente Luca Marconi e Fabio Marchionni, giornata da dimenticare per Raffaele De Rosa, finito incolpevolmente a terra nel corso del terzo giro alla “Rivazza”, centrato in pieno dalla R1 di Florian Marino caduto a sua volta.

Superstock 1000 FIM Cup 2015
Italian Round
Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Classifica Gara

01- Lorenzo Savadori – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – 14 giri in 25’49.970
02- Roberto Tamburini – Team MotoxRacing – BMW S1000RR – + 2.268
03- Ondrej Jezek – Triple M by Barni – Ducati 1199 Panigale R – + 7.279
04- Kev Coghlan – MRS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 10.805
05- Fabio Massei – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 15.198
06- Jeremy Guarnoni – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 20.687
07- Tony Covena – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 21.897
08- Luca Salvadori – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 26.674
09- Denni Schiavoni – 2R Racing – BMW S1000RR – + 32.647
10- Sylvain Barrier – G.M. Racing – Yamaha YZF R1 – + 36.028
11- Sebastien Suchet – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 37.426
12- Christoffer Bergman – MG Competition – Yamaha YZF R1 – + 38.241
13- Peter Sebestyen – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 39.707
14- Marc Moser – Triple M by Barni – Ducati 1199 Panigale R – + 39.958
15- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 40.121
16- Luca Marconi – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 45.193
17- Fabio Marchionni – T.R. Corse – BMW S1000RR – + 52.590
18- Kevin Valk – MTM HS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 53.649
19- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 54.659
20- Luca Oppedisano – DMR Racing Team – BMW S1000RR – + 1’07.677
21- Remo Castellarin – Team Suzuki Europe – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’11.030
22- Wayne Tessels – Team Suzuki Europe – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’11.285
23- Federico Sanchioni – Clasitaly – Kawasaki ZX-10R – + 1’21.398
24- Mathieu Dumas – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro

Servizio Fotografico: Diego De Col

Superstock 1000 Imola Warm Up: Savadori il più veloce

10 maggio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


Nei 10 minuti di rifinitura “pre-gara” del Warm Up all’Autodromo Internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’ di Imola è stato il vice-Campione Superstock 1000 FIM Cup in carica e vincitore ad Assen Lorenzo Savadori a staccare il miglior riferimento cronometrico in 1’50″007 ai comandi della prima Aprilia RSV4 RF di Nuova M2 Racing. Il pilota cesenate, proprio allo scadere, ha avuto la meglio rispetto ai connazionali Roberto Tamburini (BMW MotoXracing) e Raffaele De Rosa (Ducati Althea), terzetto a completare una top-3 tutta italiana.

A seguire in quarta posizione si colloca il poleman Ondrej Jezek con la Panigale R del sodalizio Triple M by Barni Racing, meglio rispetto a Bryan Staring (Kawasaki Pedercini), l’imolese Kevin Calia (Aprilia Nuova M2) e Fabio Massei, settimo su Ducati Panigale R dell’EAB Racing Team con Kev Coghlan primo pilota Yamaha con il nono tempo.

Per quanto concerne gli altri nostri portabandiera Luca Salvadori è 15°, Luca Oppedisano da wild card 17°, Denni Schiavoni 19°, all’esordio Luca Marconi 21° con Fabio Marchionni 24°, a segguire dalla 28° alla 31° posizione Francesco Cavalli, Remo Castellarin, Federico Sanchioni e Riccardo Cecchini. Alle 14:15 il via della gara.

Superstock 1000 FIM Cup 2015
Italian Round
Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Classifica Warm Up

01- Lorenzo Savadori – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – 1’50.007
02- Roberto Tamburini – Team MotoxRacing – BMW S1000RR – + 0.261
03- Raffaele De Rosa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 0.447
04- Ondrej Jezek – Triple M by Barni – Ducati 1199 Panigale R – + 0.544
05- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 0.763
06- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 0.939
07- Fabio Massei – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.164
08- Tony Covena – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.313
09- Kev Coghlan – MRS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.354
10- Florian Marino – MRS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.710
11- Gregg Black – Team18 Delcamp Energie – Kawasaki ZX-10R – + 1.753
12- Sylvain Barrier – G.M. Racing – Yamaha YZF R1 – + 1.771
13- Marc Moser – Triple M by Barni – Ducati 1199 Panigale R – + 1.808
14- Christoffer Bergman – MG Competition – Yamaha YZF R1 – + 2.046
15- Luca Salvadori – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 2.114
16- Romain Lanusse – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.278
17- Luca Oppedisano – DMR Racing – Team BMW S1000RR – + 2.293
18- Jeremy Guarnoni – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 2.391
19- Denni Schiavoni – 2R Racing – BMW S1000RR – + 2.475
20- Sebastien Suchet – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 2.482
21- Luca Marconi – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 2.515
22- Peter Sebestyen – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.678
23- Matthieu Lussiana – Team ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 2.798
24- Fabio Marchionni – T.R. Corse – BMW S1000RR – + 2.993
25- Kevin Valk – MTM HS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.336
26- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 3.555
27- Wayne Tessels – Team Suzuki Europe – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.563
28- Francesco Cavalli – Clasitaly – Kawasaki ZX-10R – + 5.128
29- Remo Castellarin – Team Suzuki Europe – Suzuki GSX-R 1000 – + 5.302
30- Federico Sanchioni – Clasitaly – Kawasaki ZX-10R – + 5.460
31- Riccardo Cecchini – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 5.557
32- Mathieu Dumas – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 8.133

Servizio Fotografico: Diego De Col

Superstock 1000: la lista delle moto omologate per la FIM Cup

17 febbraio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


La FIM (Fédération Internationale de Motocyclisme) ha aggiornato la lista delle moto omologate per prender parte alla Superstock 1000 FIM Cup 2015. Parallelamente al Mondiale Superbike, recentemente anche per la STK1000 la FIM ha rivisto i criteri d’omologazione.

Da quest’anno ciascun costruttore dovrà produrre 125 esemplari di moto entro la prima ispezione da parte dei delegati FIM, 250 entro il 31 dicembre dell’anno in corso, 1000 entro il 31 dicembre della stagione successiva. Il prezzo di listino delle moto di serie non dovrà inoltre superare i 33.000 euro (40.000 euro il ‘price cap’ per quanto concerne il World Superbike).

Tra le case che hanno già omologato i nuovi modelli per la stagione 2015 figurano Aprilia (con la RSV4 RR e RF), BMW (con la S 1000 RR Model Year 2015) e Yamaha con le nuove YZF-R1 e YZF-R1M. Nelle prossime settimane è attesa l’omologazione anche per la nuova Ducati Panigale R, che tuttavia ha già ottenuto il via libera per competere nel World Superbike.

La lista aggiornata delle moto omologate per la Superstock 1000 FIM Cup 2015

Aprilia RSV4 1000 RR/RF (gennaio 2015)

BMW S 1000 RR 2015 (gennaio 2015)

Ducati 1199 Panigale R (marzo 2013)

Honda CBR 1000RR (gennaio 2012) Standard e ABS

Honda CBR 1000RR SP (gennaio 2014)

Kawasaki ZX-10R (gennaio 2011) Standard e ABS

KTM RC8R (luglio 2014)

MV Agusta F4 RR (marzo 2013)

Suzuki GSX-R 1000 L2 (gennaio 2012)

Yamaha YZF R1 (gennaio 2015)

Yamaha YZF R1M (gennaio 2015)

Superstock 1000: il ritorno di Aprilia, Yamaha e Suzuki

16 febbraio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


La stagione 2015 della Superstock 1000 FIM Cup riaccoglierà nel novero delle case costruttrici rappresentate tre marchi prestigiosi, alcuni dei quali parte integrante della storia della categoria. Si parte con l’atteso rientro di Aprilia al seguito del team Nuova M2 Racing, formazione da anni riferimento di Noale nel Campionato Italiano Velocità, oggi impegnata nella Superstock 1000 internazionale con il pieno supporto di Aprilia Racing.

Con due RSV4 RR correranno l’ex Campione CIV Moto3 Kevin Calia (riconfermato dopo un positivo 2014 che lo ha visto concludere 3° nel CIV Superbike) ed il vice-Campione in carica Lorenzo Savadori, ingaggiato da Aprilia e già impegnato nei giorni scorsi al Circuito de Jerez in prove di sviluppo delle RSV4 in configurazione Superbike e Superstock (nella foto). Parallelamente all’impegno nella FIM Cup, Nuova M2 Racing sarà nuovamente della partita nel CIV Superbike con tre RSV4 RR per lo stesso Kevin Calia, Enzo Chiapello ed un altro volto noto della STK1000 come Alessandro Andreozzi.

Con l’arrivo della nuova YZF-R1 e R1M, il 2015 sancisce anche il ritorno della Yamaha nella categoria, con 31 vittorie seconda per numero di successi nella Superstock 1000 tra Europeo (1999-2004) e FIM Cup (2005-2014). La casa dei Tre Diapason si affiderà principalmente a due strutture di riferimento già al lavoro nel programma di sviluppo della R1M preparata secondo le specifiche FIM STK1000.

Questo il caso del Team MRS Racing di Adrien Morillas con Florian Marino (3° nel Mondiale Supersport 2014) e Kev Coghlan, con la livrea delle due R1 svelata in occasione della Presentazione dei programmi sportivi Yamaha Motor Racing a Gerno di Lesmo. Parallelamente al team MRS, rientrerà nella STK1000 internazionale il pluri-decorato Team Trasimeno con il Campione Europeo Superstock 600 2010 Jeremy Guarnoni e Remo Castellarin, entrambi attesi al via (con pneumatici Pirelli) nel CIV Superbike 2015.

Ultima, ma non ultima, la Suzuki, con 35 vittorie ‘Regina’ nella graduatoria ‘All Times’ per numero di successi della Superstock 1000. Aspettando la nuova GSX-R 1000 che arriverà soltanto l’anno prossimo, sotto le insegne del Team Suzuki Europe nato dalla partnership tra Hoegee Suzuki Performance e Suzuki Nimag correranno Nigel Walraven e Wayne Tessels, quest’ultimo promosso alla STK1000 dopo il 2° posto dello scorso anno nell’Europeo Superstock 600 sempre in sella ad una Suzuki.

Superstock 1000: Nuova M2 Aprilia con Savadori e Calia

12 febbraio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


In data odierna Nuova M2 Racing ha annunciato ufficialmente i programmi sportivi per la Superstock 1000 FIM Cup 2015. In qualità di formazione di riferimento Aprilia Racing della categoria, Nuova M2 Racing affiderà due Aprilia RSV4 RR al vice-Campione 2014 Lorenzo Savadori e Kevin Calia, Campione CIV Moto3 2012, al secondo anno con questa struttura dopo il 3° posto nel CIV Superbike 2014. Parallelamente all’impegno nella Superstock 1000 internazionale, Nuova M2 Racing sarà presente proprio nel Campionato Italiano Velocità con tre piloti: lo stesso Kevin Calia, Enzo Chiapello e Alessandro Andreozzi.

Quando sono stato contattato dall’ing. Albesiano, che non smetterò mai di ringraziare, non mi sembrava vero, dopo aver “giocato” da ragazzino con i motorini Piaggio, sono entrato a far parte della famiglia Aprilia“, ha dichiarato Lorenzo Savadori. “Adesso non vedo l’ora di provare la nuova moto in occasione dei test invernali, mi sto impegnando in allenamento affinché io possa dare il massimo in questa nuova stagione ormai alle porte.

Penso che lavorare con Aprilia e Nuova M2 Racing mi darà la possibilità di acquisire nuovi e proficui metodi di lavoro che saranno molto utili per la mia crescita come pilota! Mi sento di ringraziare il mio manager Lucio Pedercini, la mia famiglia che insieme ai miei amici mi ha aiutato nelle scelte da compiere in questo percorso di crescita professionale e tutti i miei sponsor che mi permettono di seguire la mia passione“.

Ringrazio molto il management del team per questa nuova opportunità che mi sta dando che mi inorgoglisce e mi spinge a fare sempre di più!“, ha dichiarato Kevin Calia. “Già l’anno scorso al CIV SBK ho trovato subito un ottimo feeling con tutto il team che mi ha dato prova di credere in me e che spero di ripagare con dei buoni risultati. Sto lavorando da mesi per affrontare al meglio il doppio impegno al mondiale e al CIV che richiede una preparazione atletica d’alto livello ma onestamente adesso non vedo l’ora di salire sulla nuova moto e cominciare questa nuova avventura con Nuova M2 Racing lavorando a stretto contatto con Aprilia, per questo voglio ringraziare personalmente l’Ing. Albesiano. Un grazie va anche alla mia famiglia, agli sponsor che credono in me e agli amici che seguiranno questa nuova stagione con passione!“.

Superstock 1000: nuove omologazioni per il 2015

9 febbraio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


Parallelamente al nuovo regolamento tecnico con l’introduzione di un ‘price cap’ per il cosiddetto ‘pacchetto elettronica’ (in linea con quanto attuato nel World Superbike), quest’anno nel Mondiale Superbike si registrano nuove omologazioni presso le competenti sedi FIM per quanto concerne le moto ammesse al via.

Accanto all’attuale 1199 Panigale R omologata nel marzo 2013, a breve la Ducati presenterà la fiche d’omologazione della nuova Panigale R, a disposizione di alcuni top team (Triple M by Barni Racing, EAB Racing Team) attesi protagonisti della serie under-28.

Alla Ducati risponde la BMW con l’omologazione della S 1000 RR Model Year 2015, medesimo discorso per Aprilia che rientrerà con il team Nuova M2 Racing e la nuova RSV4 RR.

Già pervenute le omologazioni della nuova MV Agusta F4 RC, per non parlare delle novità Yamaha: omologate il 28 gennaio scorso le nuove R1 e R1M, con un ‘price cap’ contenuto per il pacchetto elettronica di soli 1.203,15 euro.

Superstock 1000: schieramento 2015 di assoluto valore

13 gennaio 2015 

Pubblicato in Superstock, World Superbikes


Uno tra gli schieramenti più competitivi ed equilibrati per livello dell’ultimo lustro. Così si presenta la Superstock 1000 FIM Cup per la stagione 2015, completamente rinnovata ed ancor più avvincente rispetto al recente passato grazie all’innalzamento del limite d’età (da 26 a 28 anni) che ha permesso a diverse squadre di potersi accordare con professionisti affermati del motociclismo internazionale. Vantando un rinnovato interesse da parte delle case costruttrici (nelle prossime settimane saranno omologate presso le competenti sedi FIM le nuove BMW S1000RR 2015, Ducati Panigale R e Yamaha YZF-R1), la griglia di partenza della FIM Cup 2015 presenta non pochi pretendenti al titolo di categoria.

Promosso al Mondiale Superbike il Campione in carica Leandro Mercado, il Barni Racing Team ha stretto un accordo con il Triple M Racing di Francoforte per dar vita al ‘Triple M by Barni Racing’, formazione che affiderà due Panigale a Ondrej Jezek e Marc Moser. Sempre con Ducati tornerà l’Althea Racing con l’ex protagonista del Mondiale 125-250cc Raffaele De Rosa e l’esordiente Luca Salvadori, mentre l’EAB Racing Team potrà contare su Tony Covena (‘sceso’ dal Mondiale Supersport) e Fabio Massei, sulla carta tra i potenziali favoriti per la vittoria finale.

Sfiorato il titolo 2014 (perso a poche curve dal traguardo), il vice-Campione in carica Lorenzo Savadori è atteso invece al via con la nuova Aprilia RSV4 RR di Nuova M2 Racing in squadra con l’imolese Kevin Calia, Campione CIV Moto3 2012 e rivelazione dell’ultimo biennio nella Superbike tricolore.

Oltre ad Aprilia, il 2015 sancisce il prepotente ritorno Yamaha nella categoria grazie alla nuova YZF-R1. Il Team MRS Racing (Morillas Racing School) ha già annunciato il ‘dream team’ formato da Florian Marino (3° nel Mondiale Supersport 2014) e Kev Coghlan (a sua volta al rientro nella STK1000 passando dal WSS), i quali hanno avuto modo di provare la YZF-R1M nei giorni scorsi ad Alcarras. Sempre con Yamaha, il rientrante Team Trasimeno vanterà nel proprio organico Jeremy Guarnoni e Remo Castellarin, attesi al via anche del CIV Superbike (con Pirelli)

La Kawasaki ha invece rinnovato la fiducia con il Team Pedercini che proseguirà ad alti livelli l’impegno nella STK1000 scommettendo su Romain Lanusse e sul rientro di Bryan Staring, già contendente al titolo nella stagione 2012.

Pagina Successiva »